BIANCA COLETTE MIZZI
Core Member

Aree di attività: Imprese e Diritti Umani, Human Rights and Environmental Due Diligence, iniziative EU in materia di due diligence e responsible business conduct, Non-financial Reporting, Diritti delle popolazioni indigene, Land-grabbing, Arbitrato internazionale in materia di Investimenti e Diritti Umani.

mizzi.hric@gmail.com

Al momento, Bianca lavora come Policy Assistant presso la FOCSIV, una federazione che raggruppa organizzazioni non governative italiane di ispirazione cristiana attive nel campo della solidarietà con i paesi in via di sviluppo.

 

Precedentemente, ha lavorato al Parlamento Europeo nelle Commissioni su Affari Esteri e Diritti Umani in qualità di assistente di un policy advisor, seguendo nello specifico tutti i file e dossier relativi al tema imprese e diritti umani e human rights and environmental due diligence.

 

Sempre a Bruxelles, ha lavorato anche come Policy and Advocacy Assistant presso la European Coalition for Corporate Justice (ECCJ), una coalizione con sede a Bruxelles impegnata nel promuovere norme europee in grado di responsabilizzare le imprese verso i loro impatti ambientali e sociali e garantire accesso alla giustizia alle vittime.

 

Ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all’Università di Roma Tre e, successivamente, una Laurea Magistrale in European Legal Studies presso l’Università degli Studi di Torino, dove si è laureata con una tesi in inglese sul rapporto tra diritto umano all’acqua e arbitrato internazionale in materia di investimenti.

 

Durante i suoi studi ha avuto due diverse esperienze all’estero, la prima in Germania e la seconda nel Regno Unito presso il Center for Transnational Legal Studies (CTLS) a Londra. Inoltre, si è occupata anche di diritto all’immigrazione e della tutela delle vittime di tratta grazie a un tirocinio presso lo sportello socio-legale del Centro Astalli (Roma) e una formazione specifica sul tema ottenuta attraverso il programma delle Cliniche Legali a Torino.

 

Italiana madrelingua, Bianca parla fluentemente inglese. Possiede un buon livello di francese e tedesco base.